Benedetto XVI e le contraddizioni della nostra epoca:
'Paradossale che si indichi il relativismo come un valore'

Castelgandolfo, mercoledì’ 25 agosto

'Appare paradossale che, nella nostra epoca, il relativismo sia indicato come una verità che deve guidare scelte e comportamenti'. Benedetto XVI ha introdotto cosi' una riflessione sulla ricerca di senso che ha accompagnato la vita degli uomini di ogni tempo e che forse oggi e' accantonata in molte espressioni della cultura.
Il Papa ha citato in particolare la figura di Sant'Agostino, 'che non ha avuto un cammino facile ma non ha mai vissuto con superficialità e non si e' mai accontentato di ciò che gli dava un barlume di luce: una prestigiosa carriera, il possesso, le voci che gli promettevano la felicità immediata'. 'Sant'Agostino ha proseguito il Pontefice ha capito, nella sua inquieta ricerca, che non è lui ad aver trovato la Verità, ma la Verità stessa, che è Dio, lo ha rincorso e lo ha trovato'.
E in questo cammino verso la verità, per il Santo è fondamentale il silenzio: 'Le creature debbono tacere se deve subentrare il silenzio in cui Dio può parlare'.

'Questo (ha osservato il successore di Pietro) è vero anche nel nostro tempo: a volte si ha una sorta di timore del silenzio, del raccoglimento, del pensare alle proprie azioni, al senso profondo della propria vita'.
'Spesso è stata la denuncia di Ratzinger si preferisce vivere solo l'attimo fuggente, illudendosi che porti felicità duratura; si preferisce vivere perché sembra più facile con superficialità, senza pensare; anzi, si ha paura di cercare la Verità o forse si ha paura che la Verità ci trovi, ci afferri e cambi la vita, come è avvenuto per Sant'Agostino'.

'Cari fratelli e sorelle, vorrei dire a tutti, anche a chi è in un momento di difficoltà nel suo cammino di fede, o anche a chi partecipa poco alla vita della Chiesa o a chi vive 'come se Dio non esistesse', di non avere paura della Verità, di non interrompere mai il cammino verso di essa, di non cessare mai di ricercare la verità profonda su se stessi e sulle cose con l'occhio interiore del cuore'.
'Dio ha quindi scandito Benedetto XVI non mancherà di donare Luce per far vedere e Calore per far sentire al cuore che ci ama e che desidera essere amato'.
L'invito del Papa e' stato dunque a non lasciarsi ingannare da 'pseudo-verità incapaci di dare pace duratura al cuore', ed a cercare invece 'quella Verità che da' senso all'esistenza ed e' 'la dimora' in cui il cuore trova serenità e gioia', così come ha fatto Sant'Agostino, che 'ha attraversato tristezze, ha affrontato insuccessi, ma, e questo è importante, non si' è mai fermato, non si è mai accontentato di ciò che gli dava solamente un barlume di luce; ha saputo guardare nell'intimo di se stesso e si è accorto, come scrive nelle Confessioni, che quella Verità, quel Dio che cercava con le sue forze, era più intimo a sé di se stesso, gli era stato sempre accanto, non lo aveva mai abbandonato, era in attesa di poter entrare in modo definitivo nella sua vita'.

I SANTI COMPAGNI DI VIAGGIO

Da parte sua, il Papa ha suggerito ai fedeli di avere i Santi come 'compagni di viaggio' in questo cammino di ricerca.
'Ognuno ha consigliato dovrebbe avere qualche Santo che gli sia familiare, per sentirlo vicino con la preghiera e l'intercessione, ma anche per imitarlo'.
Per questo, ha spiegato, dobbiamo conoscere di più i Santi, a partire da quello di cui si porta il nome, leggendone la vita e gli scritti: 'Diventeranno buone guide per amare ancora di più il Signore e validi aiuti per la vostra crescita umana e cristiana.
Come sapete, anch'io (ha concluso la catechesi) sono legato in modo speciale ad alcune figure di Santi: tra queste, oltre a San Giuseppe e San Benedetto, dei quali porto il nome, e ad altri, c'è Sant'Agostino, che ho avuto il grande dono di conoscere, per così dire, da vicino attraverso lo studio e la preghiera e che è diventato un buon 'compagno di viaggio nella mia vita e nel mio ministero'.

 
PARROCCHIA MADONNA STELLA MARIS - via Sulki, 1/A - 08048 Arbatax (OG) Italy
tel: +39 0782 667651 - fax: +39 0782 667233 - mobile: +39 335 6305261 - info@parrocchiastellamaris.it